Risotto al nero di seppia


Ci pensate che con la sostanza usata dalle seppie per difesa si può fare un ottimo primo piatto? Il risotto al nero di seppia.

Risotto al nero di seppiaLe ricette italiane che prevedono l’uso del nero di seppia si distinguono principalmente in risotti e pasta, come gli spaghetti con nero di seppia o le linguine.

Anche se l’aspetto dell’inchiostro di seppia può far storcere il naso a qualcuno, al solo pensiero di mangiare un piatto nero, il risotto al nero di seppia si deve assolutamente assaggiare, per provare tutta la bontà di questo primo piatto.

Naturalmente, per un ottimo risultato in quanto a gusto e profumo, vi consiglio di utilizzare delle seppie freschissime e non preoccupatevi tanto se dopo aver gustato questa prelibatezza la bocca e i vostri denti diventeranno completamente neri.
Sarà solo per poco tempo!

Ingredienti:
340 g riso Vialone nano
650 g seppie fresche
1 l brodo di pesce o acqua
100 ml passata di pomodoro
1/2 bicchiere vino bianco
3 cucchiai olio extravergine d’oliva
1 cipolla piccola
1 spicchio aglio
prezzemolo fresco q.b.
sale e pepe q.b.

Preparazione del risotto al nero di seppia:

Pulite le seppie, facendo attenzione agli schizzi d’inchiostro, fatelo nel lavello della cucina e indossate dei guanti in lattice (per non sporcarvi, soprattutto le unghie.)

Sistemate le seppie su un tagliere, separate il corpo dalla testa ed estraete con delicatezza la sacca. Poi con un coltello affilato incidetele il dorso, dove si trova l’osso ed estraetelo.

Staccate la sacca interna e cercate tra le interiora, la vescichetta con l’inchiostro, si riconosce dal colore argenteo madreperlaceo, mettetela in una ciotola facendo attenzione a non romperla. Poi con il coltello affilato eliminate gli occhi e il becco corneo dalla testa, la pelle scura che ricopre la sacca e lavate sotto acqua fredda corrente. Infine tagliatela a pezzetti.

Tritate la cipolla finemente assieme allo spicchio d’aglio e a parte tritate anche il prezzemolo.

Fate scaldare l’olio in un tegame a fuoco moderato, rosolatevi il trito preparato e fatelo dorare leggermente. Aggiungete le seppie, una manciata di prezzemolo tritato e lasciate insaporire a fiamma vivace per qualche minuto.

Sfumate con il vino, unite la salsa di pomodoro, le vescichette con l’inchiostro e mescolate.

Abbassate la fiamma e proseguite la cottura per circa 30 minuti, a recipiente coperto. Se necessario aggiungete qualche cucchiaio di acqua calda.

Appena le seppie sono tenere, aggiungete il riso, mescolate per un paio di minuti e unite un mestolo di bordo bollente. Proseguite la cottura mescolando spesso e aggiungendo man mano altro brodo caldo.

A fine cottura, insaporite con pepe macinato fresco, unite il prezzemolo tritato e servite ben caldo.

Risotto al nero di seppia

Anche se l'aspetto dell'inchiostro di seppia può far storcere il naso a qualcuno, al solo pensiero di mangiare un piatto nero, il risotto al nero di seppia si deve assolutamente assaggiare per provare tutta la bontà di questo primo piatto.
Preparazione30 min
Cottura50 min
Tempo totale1 h 20 min
Portata: Portata Principale
Cucina: Italiana
Keyword: risotto al nero di seppia, risotto with cuttlefish ink
Portate: 4 persone
Calorie: 350kcal
Autore: Anna

Ingredienti

  • 340 g riso Vialone nano
  • 650 g seppie fresche
  • 1 l brodo di pesce o acqua calda
  • 100 ml passata di pomodoro
  • 1/2 bicchiere vino bianco
  • 3 cucchiai olio extravergine di oliva
  • 1 cipolla piccola
  • 1 spicchio aglio
  • prezzemolo fresco q.b.
  • sale e pepe q.b.

Procedimento

  • Pulite le seppie, facendo attenzione agli schizzi d'inchiostro, fatelo nel lavello della cucina e indossate dei guanti in lattice (per non sporcarvi, soprattutto le unghie.)
  • Sistemate le seppie su un tagliere, separate il corpo dalla testa ed estraete con delicatezza la sacca. Poi con un coltello affilato incidetele il dorso, dove si trova l'osso ed estraetelo.
  • Staccate la sacca interna e cercate tra le interiora, la vescichetta con l'inchiostro, si riconosce dal colore argenteo madreperlaceo, mettetela in una ciotola facendo attenzione a non romperla. Poi con il coltello affilato eliminate gli occhi e il becco corneo dalla testa, la pelle scura che ricopre la sacca e lavate sotto acqua fredda corrente. Infine tagliatela a pezzetti.
  • Tritate la cipolla finemente assieme allo spicchio d'aglio e a parte tritate anche il prezzemolo.
  • Fate scaldare l'olio in un tegame a fuoco moderato, rosolatevi il trito preparato e fatelo dorare leggermente. Aggiungete le seppie, una manciata di prezzemolo tritato e lasciate insaporire a fiamma vivace per qualche minuto.
  • Sfumate con il vino, unite la salsa di pomodoro, le vescichette con l'inchiostro e mescolate.
  • Abbassate la fiamma e proseguite la cottura per circa 30 minuti, a recipiente coperto. Se necessario aggiungete qualche cucchiaio di acqua calda.
  • Appena le seppie sono tenere, aggiungete il riso, mescolate per un paio di minuti e unite un mestolo di bordo bollente. Proseguite la cottura mescolando spesso e aggiungendo man mano altro brodo caldo.
  • A fine cottura, insaporite con pepe macinato fresco, unite il prezzemolo tritato e servite ben caldo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *