La pasta c’anciova palermitana è un primo piatto gustoso e profumato che appartiene alla cucina tradizionale di Palermo.

Pasta c'Anciova palermitanaQuesta pasta c’anciova è una ricetta abbastanza simile alla più famosa “pasta con le sarde”, uno dei piatti della gastronomia siciliana più conosciuti e apprezzati nel mondo.

L’origine di questa ricetta è attribuibile alla cucina ‘povera’ degli emigrati, che trasferendosi al Nord, dalla Sicilia, avevano la necessità di poter cucinare la pasta con le ricette della propria tradizione.

Grazie ai vantaggi dei prodotti di conserva è stato così possibile ‘inventare’ questo gustosissimo primo piatto e assaporare i profumi e i sapori della propria terra.

La ricetta della pasta c’anciova (che tradotto dal dialetto siciliano significa acciuga) prevede l’utilizzo di un formato di pasta lungo, nella scelta vanno preferiti i formati che trattengono meglio il condimento, composto da concentrato di pomodoro, acciughe, passoline e pinoli, e muddica atturrata (del semplice pangrattato abbrustolito). In questo caso la scelta cade sui formati “Reginette” o “Margherita”, qualcuno preferisce i bucatini.

Prima di passare alla ricetta vera e propria mi soffermo su un ingrediente particolare che è la “passolina”: un particolare tipo di uva passa che, assieme ai pinoli, è molto utilizzata nella cucina siciliana. Da non confondere con l’uva sultanina che solitamente viene utilizzata per i dolci.

La passolina è l’uvetta di Corinto, senza semi e dalla grandezza di un grano di pepe nero e dal gusto lievemente acidulo e dolciastro. Viene coltivata prevalentemente in Sicilia, in particolare nell’isola di Lipari, che fa parte dell’arcipelago delle Eolie e nella calda e assolata Grecia.

In conclusione, da siciliana, vi assicuro che è una pasta buona e facilissima da fare. Una ricetta palermitana che si prepara in poco tempo, con il minimo sforzo si ottiene il massimo risultato, un primo piatto ideale anche per una cena improvvisata.
Avete voglia di provare la pasta c’anciova? Ecco la ricetta originale:

Pasta c’Anciova ricetta originale palermitana

La pasta c'anciova palermitana è un primo piatto gustoso e profumato che appartiene alla cucina tradizionale di Palermo.
Preparazione 10 minuti
Cottura 10 minuti
Tempo totale 20 minuti
Porzioni 4 persone
Calorie 400 kcal
Autore Anna

Ingredienti

  • 360 g pasta tipo Reginette o Margherita
  • 200 g concentrato di pomodoro
  • 8 acciughe salate
  • mezza cipolla
  • 1 spicchio aglio
  • 100 g pangrattato
  • passolina uva di Corinto q.b.
  • pinoli q.b.
  • olio extra vergine d'oliva q.b.
  • sale e pepe q.b.

Procedimento

  1. Soffriggete la cipolla tritata finemente in una padella con un filo di olio extravergine di oliva.
  2. Quando risulterà appassita unite l'aglio leggermente schiacciato e i filetti di acciuga (precedentemente puliti dalle lische e sciacquati) continuate la cottura per sciogliere l'acciuga a fiamma bassa.
  3. Unite il concentrato di pomodoro, un bicchiere di acqua calda e mescolate.
  4. Aggiungete la passolina, precedentemente ammollata in acqua e i pinoli. Regolate di sale e di pepe a piacere e lasciate cuocere per circa quindici minuti, fino a quando il sugo sarà abbastanza denso.
  5. Nel frattempo preparate la "muddica atturrata" (pangrattato tostato): versate un filo di olio d'oliva in una padella antiaderente, versatevi il pangrattato e lasciatelo dorare sul fuoco, a fiamma bassa, mescolando con un cucchiaio di legno fino a quando diventa di colore ambrato, spegnete il fuoco e tenete da parte.
  6. Lessate la pasta in abbondante acqua salata, scolatela al dente, rimettetela nella pentola e aggiungete una parte del condimento preparato in precedenza.
  7. Distribuite la pasta nei piatti, aggiungete ancora del condimento e cospargete di pangrattato tostato.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *