Il cavolo è spesso associato alla stessa categoria della lattuga, a causa dell’aspetto simile, in realtà è un ortaggio che fa parte della famiglia delle Crocifere o Brassicacee.

Cavolo proprietà, benefici per la salute e modi di cucinarloIl cavolo, nelle sue diverse varietà può variare di colore dal verde al viola, e le foglie possono essere lisce o increspate. Assieme ai broccoli è importante per essere ricco di sostanze benefiche che aiutano a prevenire il cancro e riducono il rischio di malattie cardiache e altri disturbi.

I risultati di molti studi suggeriscono che l’aumento del consumo di alimenti vegetali, come il cavolo, diminuiscono il rischio di diabete, obesità, malattie cardiache e mortalità in generale. Aiutano a mantenere la pelle sana e a perdere peso, inoltre le fibre e il contenuto di liquidi nel cavolo aiutano anche a prevenire la stitichezza e a mantenere un apparato digerente sano. Consumare una quantità adeguata di fibre favorisce la regolarità intestinale, che è cruciale per l’eliminazione delle tossine dal nostro organismo.

I cavoli hanno un modesto contenuto nutrizionale perché contengono poche proteine. Al contrario hanno molti minerali, e microelementi in ampia varietà, molto utili per reintegrare le riserve minerali dell’organismo. I più importanti composti minerali contenuti sono zolfo, calcio, fosforo, rame, iodio, selenio, magnesio. Tutti i cavoli (soprattutto se freschi) sono ricchi di vitamine, soprattutto vitamina B1, e vitamina C. Per l’elevato contenuto in fibre hanno un elevato potere saziante, che va equilibrato, come è tradizione, con legumi, o carboidrati (pane o pasta).

Cavoli varietà
Alcune varietà di Cavoli

Le diverse varietà di cavoli, grazie alle loro proprietà, si prestano a numerosi impieghi in cucina. Sono molto utilizzati nella cucina italiana, e anche in quella europea, sia crude che cotte. Per ciascuna varietà esistono svariate ricette e utilizzi particolari. I salutisti suggeriscono di cuocerli nella pentola a pressione, in modo da ridurre sia il tempo di cottura sia la perdita delle sostanze benefiche, diminuendo anche la diffusione di cattivi odori.

Quando possibile, ad esempio in insalata e nei crauti, sono meglio i cavoli non cotti, visto che contengono in condizione non modificata sostanze utili (anche composti dello zolfo), e vitamine (come la vitamina C, che si degradano con la cottura).

Tra le varietà di cavoli troviamo: c. nero toscano, broccolo cinese, c. broccolo, c. broccolo romanesco, broccolo fiolaro, c. cappuccio, c. rosso, c. cinese, c. portoghese, c. di Bruxelles, c. rapa, cavolfiore bianco, cavolfiore verde e cavolo verza.

Avvertenze:
Le informazioni che trovate in questo sito sono di natura generale e a scopo puramente informativo, non sono consigli sanitari e non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di altri operatori della salute abilitati a norma di legge. Se avete dubbi sull’argomento salute consultate sempre il vostro medico curante.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *