Canederli in brodo

Canederli In Brodo
I canederli in brodo sono un piatto tipico della cucina tirolese. Si presentano come grossi gnocchi composti da un impasto a base di pane raffermo.

E’ una ricetta molto diffusa nelle zone dell’Alto Adige, del Trentino, dell’Alto Bellunese, del Friuli Venezia-Giulia e dell’alta Valtellina. Il termine “canederli” deriva dalla parola antica Knödel. In friulano i canederli sono chiamati chineglis o chineghi; a Trieste sono chiamati gnochi de pan (gnocchi di pane) e nelle valli ladine prendono il nome di bales o balotes.

E’ un primo piatto molto antico, che appartiene alla cucina contadina e permetteva il riciclo del cibo avanzato. Dopo aver impastato tutti gli ingredienti si modellano delle “palle” di circa 3–5 cm di diametro, che vanno poi cotte in acqua salata.

In genere i canederli possono essere serviti con il brodo di carne o di verdure o anche “asciutti”, con il burro fuso.

Ingredienti:
300 g mollica pane bianco
3 uova
100 g farina
250 ml latte
100 g burro
brodo (di carne o di verdure) q.b.
noce moscata q.b.
prezzemolo q.b.
pangrattato q.b.
sale q.b.

Preparazione dei canederli in brodo:
Sminuzzate non troppo finemente la mollica di pane bianco raffermo in una ciotola abbastanza capiente.

Mettete il burro morbido a pezzetti in un’altra terrina e lavoratelo con un cucchiaio di legno fino a renderlo cremoso. Poi unitelo alla mollica di pane, e aggiungete anche il latte, le uova e la farina setacciata e mescolate accuratamente finché il pane assorbe tutto il condimento.

Tritate un ciuffo di prezzemolo e unitelo al composto, assieme a una presa di sale e una grattata di noce moscata.

Bagnatevi le mani e mescolate tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo. Lasciate riposare l’impasto per circa 30 minuti. (Per assicurarvi che la consistenza dell’impasto sia giusta e che il canederlo non si sfaldi durante la cottura, formate un solo canederlo e cuocetelo nell’ acqua bollente o nel brodo per 15 minuti prima di formare gli altri. Se vi sembra troppo morbido aggiungete un poco di pangrattato, invece se troppo asciutto aggiungete del latte).

Nel frattempo mettete sul fuoco una pentola con abbondante acqua oppure del brodo e portate il liquido a ebollizione.

Prendete con un cucchiaio un poco di composto e formate delle palle di circa 3-5 cm di diametro. Bagnatevi i palmi delle mani con dell’acqua fredda in modo che l’impasto risulti più maneggevole e si attacchi. Rigirate le polpette bene tra le mani, cercando di dare a tutte la stessa dimensione, una forma rotonda, liscia e senza incrinature. Disponete quindi i canederli su un vassoio leggermente infarinato e lasciateli riposare circa 15 minuti prima di cuocerli.

Quando i canederli saranno pronti per essere cotti scegliete se cuocerli in acqua salata o nel brodo bollente (i tempi di cottura sono gli stessi sia in brodo, sia in acqua). Versate i canederli nel brodo o nell’acqua, abbassate la fiamma in modo che cuociano senza disfarsi, per circa 15 minuti, quando iniziano a venire a galla, sono pronti.

Scolateli con un mestolo forato e servite nel brodo versato nelle fondine.

Canederli in brodo

E' un primo piatto molto antico, che appartiene alla cucina contadina e permetteva il riciclo del cibo avanzato. Dopo aver impastato tutti gli ingredienti si modellano delle "palle" di circa 3–5 cm di diametro, che vanno poi cotte in acqua salata. In genere possono essere serviti con il brodo di carne o di verdure o anche "asciutti", con il burro fuso.
Preparazione20 min
Cottura15 min
Tempo totale35 min
Portata: Primo piatto
Cucina: Italiana
Keyword: Canederli
Portate: 4 persone
Calorie: 230kcal
Autore: Anna

Ingredienti

  • 300 g mollica pane bianco
  • 3 uova
  • 100 g farina
  • 250 ml latte
  • 100 g burro
  • brodo (di carne o di verdure) q.b.
  • noce moscata q.b.
  • prezzemolo q.b.
  • pangrattato q.b.
  • sale q.b.

Procedimento

  • Sminuzzate non troppo finemente la mollica di pane bianco raffermo in una ciotola abbastanza capiente.
  • Mettete il burro morbido a pezzetti in un'altra terrina e lavoratelo con un cucchiaio di legno fino a renderlo cremoso. Poi unitelo alla mollica di pane, e aggiungete anche il latte, le uova e la farina setacciata e mescolate accuratamente finché il pane assorbe tutto il condimento.
  • Tritate un ciuffo di prezzemolo e unitelo al composto, assieme a una presa di sale e una grattata di noce moscata.
  • Bagnatevi le mani e mescolate tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo. Lasciate riposare l'impasto per circa 30 minuti. (Per assicurarvi che la consistenza dell'impasto sia giusta e che il canederlo non si sfaldi durante la cottura, formate un solo canederlo e cuocetelo nell' acqua bollente o nel brodo per 15 minuti prima di formare gli altri. Se vi sembra troppo morbido aggiungete un poco di pangrattato, invece se troppo asciutto aggiungete del latte).
  • Nel frattempo mettete sul fuoco una pentola con abbondante acqua oppure del brodo e portate il liquido a ebollizione.
  • Prendete con un cucchiaio un poco di composto e formate delle palle di circa 3-5 cm di diametro. Bagnatevi i palmi delle mani con dell'acqua fredda in modo che l'impasto risulti più maneggevole e si attacchi. Rigirate le polpette bene tra le
    mani, cercando di dare a tutte la stessa dimensione, una forma rotonda, liscia e senza incrinature. Disponete quindi i canederli su un vassoio leggermente infarinato e lasciateli riposare circa 15 minuti prima di cuocerli.
  • Quando i canederli saranno pronti per essere cotti scegliete se cuocerli in acqua salata o nel brodo bollente (i tempi di cottura sono gli stessi sia in brodo, sia in acqua). Versate i canederli nel brodo o nell'acqua, abbassate la fiamma in modo che cuociano senza disfarsi, per circa 15 minuti, quando iniziano a venire a galla, sono pronti.
  • Scolateli con un mestolo forato e servite nel brodo versato nelle fondine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valutazione ricetta